Komitee IT (overlay)
Acconsento alla pubblicazione del mio nome sul sito web.
Iscrizione alla newsletter
Con la presente accetto l’informativa sulla privacy.

Partecipa con una testimonianza

Testimonial IT (overlay)
Caricamento dei file

Maximum file size: 10MB

Accetto che la mia testimonianza possa apparire sul sito web e su pubblicazioni cartacee.
Iscriversi alla newsletter
Con la presente accetto l’informativa sulla privacy.
Iscriversi alla newsletter
logo block arc

Ich unterstütze
Il 9 giugno .

NO alla medicina a due livelli

L’iniziativa «Per un freno ai costi» è dannosa

Le organizzazioni del settore sanitario si impegnano insieme contro la dannosa iniziativa «Per un freno ai costi». L’iniziativa propone un assurdo meccanismo di freno dei costi che collega la spesa sanitaria all’andamento dell’economia. Se l’iniziativa fosse stata introdotta nell’anno 2000, più di un terzo delle prestazioni dell’assicurazione di base non sarebbero oggi coperte. L’iniziativa indebolisce la copertura assicurativa, porta a un razionamento delle cure e crea lunghe attese. Questa medicina a due velocità colpisce soprattutto le persone che beneficiano di un finanziamento solidale delle cure mediche di base.

In breve

No a una medicina a due velocità

L’iniziativa «Per un freno ai costi» del Centro vuole introdurre un tetto massimo ai costi delle prestazioni dell’assicurazione malattia di base. Secondo il testo dell’iniziativa le prestazioni sanitarie devono seguire l’andamento dell’economia e dei salari medi. Se l’aumento dei costi dell’assicurazione malattia di base supera di un quinto l’aumento dei salari nominali bisogna intervenire. Questo meccanismo automatico avrebbe conseguenze disastrose per il sistema sanitario svizzero.

Comitato di sostegno

Noi diciamo NO

Chiunque lavori con pazienti è consapevole che limitare l’accesso alle cure ed allungare i tempi di attesa hanno gravi conseguenze per le persone interessate. Per questa ragione numerose organizzazioni del settore sanitario hanno deciso di lanciare insieme una campagna nazionale contro la dannosa iniziativa «Per un freno ai costi». Il comitato è stato fondato dalle seguenti organizzazioni: Associazione svizzera delle reti di medici (medswissnet), Associazione svizzera di fisioterapia (Physioswiss), Associazione svizzera infermiere e infermieri (ASI), Medici di famiglia e dell’infanzia Svizzera (mfe), Federazione dei medici svizzeri (FMH), Federazione Svizzera delle Associazioni professionali sanitarie (svbg), Foederatio Medicorum Chirurgicorum Helvetica (FMCH), Gli Ospedali Svizzeri (H+), Società Svizzera dei Farmacisti (pharmaSuisse), Spitex Svizzera, Schweizerisches Konsumentenforum (kf). La vostra organizzazione desidera unirsi al comitato?

Organizzazioni nel comitato di sostegno

Chi sostiene

Sostenere la campagna del no

Partecipa adesso!